Qualcosa può accadere: l’elettronica futuristica di Matteo Duccoli

Immaginate di essere rinchiusi in una prigione dove le sbarre si muovono in sincrono, suggerendo vie d’uscita che si chiudono in un istante. Una stanzetta claustrofobica ma di quiete è il luogo in cui questa esperienza ti catapulta, un’anticamera scura dove istinti sepolti parlano una lingua primitiva: diversa e uguale per tutti, il dialetto delContinua a leggere “Qualcosa può accadere: l’elettronica futuristica di Matteo Duccoli”

FFTS: istantanea disturbata

Ai tempi del 2.0 la soglia d’attenzione standard gioca a calcio saponato ai limiti di un burrone. In questo panorama, veicolare un messaggio diventa una questione di simultaneità sopratutto a livello di amusement, ci stiamo abituando a fruire di beat, frazioni artistiche eterogenee, che stuzzicano il gusto senza suggerire il nome del piatto, dandoci laContinua a leggere “FFTS: istantanea disturbata”

Egreen, la provincia e il rap italiano

Ho incontrato Egreen aka Nicholas Fantini dopo il suo concerto al Circolo Gagarin di Busto Arsizio. Ora vive in un’enorme palazzina di Milano Nord, “un tentativo di Le Corbusier fallimentare”, è caduto in motorino, si è tatuato e mi ha raccontato un po’ di cose sul rap, sul passato, sul futuro e sul suo discoContinua a leggere “Egreen, la provincia e il rap italiano”

L’insostenibile eleganza dell’essere Veyl

Ho incontrato Veyl, che nel mondo degli umani qualsiasi chiamano Viola d’Acquarone. Veyl è autrice di Ayorama il suo primo ep prodotto da Elastica Records, tra tastiere, theremin e una voce lieve da cantastorie minore, di quelli che nel falò stanno nell’angolino ma una volta interpellanti, ti conducono per mano tra le virgole delle leggende migliori. La musica diContinua a leggere “L’insostenibile eleganza dell’essere Veyl”

A Safe Shelter, un porto sicuro dai confini aperti

Chi c’è dietro A Safe Shelter? Dietro A Safe Shelter ci sono solo io: Simone Zagari, 25 anni. Non ho studiato musica, sono laureato in Lingue e lavoro in un ufficio. A dirla tutta, la musica mi accompagna da quando ho 12 anni. Il primo approccio è stato un classicone: lezioni di chitarra. Dopo treContinua a leggere “A Safe Shelter, un porto sicuro dai confini aperti”

MUSICA DA CAMERA VOL. III

MUSICA DA CAMERA VOL. III // A SAFE SHELTER + FFTS 10.12.16 @ Circolo Gagarin // Busto Arsizio (VA) ░ A Safe Shelter è un progetto elettronico che vede la luce tanti anni fa, inizialmente senza consapevolezza. Nasce infatti come esigenza di avere un’ancora di salvezza in provincia, un mezzo per esprimere se stessi all’interno di quattroContinua a leggere “MUSICA DA CAMERA VOL. III”

Il processo è il risultato: Taggla e Iulia Radu

Il Taggla di Iulia Radu è una ricerca audio-visiva: elementi generativi e musica elettronica in tempo reale. Una scommessa che vince, dopo Postscreen 2015  alla Fabbrica del Vapore, e una capatina ai live visuals di Brera Accademia Aperta, accompagnata da Domiziano Maselli, si catapulta oltre confine planando allo Schmiede di Hallein in Austria dove collabora conContinua a leggere “Il processo è il risultato: Taggla e Iulia Radu”

L’universo rampicante di TECHNOIR

Jennifer Villa+ Alexandro Phoenix = TECHNOIR Attivi dal 2014 con base a Milano. Il loro suono è una pozione afrodisiaca: una piuma della black music più raffinata, su una base di elettronica, pizzichi di neo soul, aroma R’n’B, che ardono sulla fiamma di un jazz verecondo e pulito, e un hip hop lontano dall’ostentazione modaiola. IlContinua a leggere “L’universo rampicante di TECHNOIR”

MUSICA DA CAMERA VOL. II

MUSICA DA CAMERA VOL. II // TECHNOIR + IULIA RADU 19.11.16 @ Circolo Gagarin // Busto Arsizio (VA) TECHNOIR Sono un duo attivo dal 2014 composto dal chitarrista/producer Alexandros e dalla cantante Jennifer Villa con base a Milano. Il loro suono è una pozione afrodisiaca: una piuma della black music più raffinata, su una base di elettronica,Continua a leggere “MUSICA DA CAMERA VOL. II”